colazione e merenda, Comfort Food, i Dolci, LA COLAZIONE

MENTRE FUORI PIOVE

10 agosto 2017

Cosa si fa il 10 di agosto se fuori (finalmente) piove?
Se in casa, condizionatore acceso, è quasi fresco?
Si assaggia la crema spalmabile preparata ieri pomeriggio.
Basta togliere il vasetto conservato gelosamente in frigorifero,
spalmare su una fetta di pane e mangiare.

Ripetere al bisogno.

 

 

Crema spalmabile al cioccolato bianco : 

 

cioccolato bianco con fave di cacao, 100 g

panna fresca, 35 ml

latte condensato, 100 g

 

 

Istruzioni :

 

Tritate grossolanamente il cioccolato bianco e inseritelo in una casseruola che poi metterete a bagnomaria.
Unite la panna e il latte condensato e ponete sul fuoco.
Quando il cioccolato inizierà a sciogliersi mescolate bene,
facendo attenzione a non far sciogliere anche le fave di cacao.
Bastano pochissimi minuti.
A questo punto, con una frusta elettrica frullate la crema
fino a che diventerà bella lucida.
Trasferite la vostra crema al cioccolato bianco in un vasetto
pulito e sterilizzato e chiudete con il coperchio.
Lasciate raffreddare e mettete a rassodare in frigorifero.

 

 

Senza categoria

DIETRO AL MIRINO

14 giugno 2017

Non ho mai saputo cosa volevo diventare da adulta.
Mentre le mie amiche avevano già le idee ben chiare in testa,
io alla domanda:

“Cosa vuoi fare da grande?”
…scappavo a gambe levate rossa come un peperone.

Un’infanzia strana la mia, di quelle in cui non ti insegnano a sognare tanto meno ad investire su di te.
Mi sono ritrovata già grande con ancora in testa quella domanda : cosa vuoi fare da grande?
Ad essere sinceri non lo so tanto bene nemmeno ora, quello che so però è che ho scoperto una cosa su me stessa che ignoravo.
Io che ero quella che storceva il naso e faceva le facce buffe quando le scattavano una fotografia.
Quella che negli anni è stata anche dietro l’obiettivo diverse volte, non sentendosi mai completamente a suo agio. Oppure no, ma quella era un’altra vita e un’altra Elisa.
Probabilmente dovevo solo capire che dovevo spostarmi.
Fare un giro completo e impugnare la macchina fotografica per sentirmi veramente a mio agio.
E così eccomi qui oggi, trentasette anni quasi, tante domande in testa ma anche qualche bellissima risposta.
Quella di oggi è la mia nemesi, forse l’ultima o chissà.
Quello che so per certo è che vi toccherà sorbirvi qualche mio scatto ancora per un po’.
Si perché quella passione nata per caso forse aveva senso di esistere, ed è per questo che ho voluto immortalare qualche mio scatto di food in un mio primo libro fotografico.
Vedere e sfogliare con mano quelle fotografie è un’emozione unica, un piccolo passo verso la risposta a quella domanda che mi perseguita.

 

 

 

 

Per la mia prima raccolta di foto ho scelto SaalDigital, oltre ad avere una vasta gamma di articoli e formati vari per i vostri fotolibri, tutti stampabili su carta lucida o opaca, dispongono di un vero e proprio software per creare il vostro personalissimo libro.
Io l’ho trovato carinissimo e ho già deciso di stamparne altri con le foto di famiglia.
Un modo meraviglioso per avere sempre a portata di occhi le mie fotografie preferite!

colazione e merenda, Comfort Food, i Dolci, LA COLAZIONE

MERMAID TOAST PER COLAZIONE

18 maggio 2017

E dopo il latte unicorno, oggi è la volta dei mermaid toast.
Sono stati una folgorazione.
Il caldo ormai è arrivato e la mia colazione aveva bisogno di una sferzata di aria fresca.
Con la prova costume vicina, accantono il burro per un po’ per prediligere qualcosa di più fresco alla crostatina con frolla classica.
Devo limitare il consumo degli alimenti che mi fanno alzare l’istamina e quindi addio pure alle marmellate.
Quelle di frutta buona tipo le fragole o i lamponi.
Insomma diciamo arrivederci alle crostatine per qualche tempo e lasciamo spazio ai mermaid toast.
Del pane non posso farne a meno e la mattina tostato per colazione mi piace pure…
Con sopra la marmellata poi…
Appunto, niente marmellate dicevamo.
Quindi, cosa ci spalmo sopra la mia fetta di pane tostato?
Qualcosa di fresco e genuino, nutriente e possibilmente anche buonissimo?
Arrivano in mio aiuto questi coloratissimi toast.
Preparati con pane tostato, yogurt greco o formaggio spalmabile.
Colorati come le onde del mare, da qui appunto il nome sirena.
Si spennella lo yogurt greco con
la polvere di spirulina, oppure il tè Matcha, la curcuma o altri ingredienti.
Io li ho subito trovati bellissimi questi toast, un piacere per gli occhi ma soprattutto per la mia colazione!

 

 

 

MERMAID TOAST 

ingredienti :

1 fetta di pane tostato

yogurt greco

spirulina in polvere, un pizzico

zucchero alla vaniglia

 

Spalmate lo yogurt greco sul vostro pane tostato.
Spolverate poca spirulina direttamente sulla fetta,
 spatolate per amalgamare il colore a vostro piacimento con l’aiuto di un coltello.
Date spatolate che ricordino i movimenti delle onde e decorate il vostro
Mermaid Toast con un’altra spolverata di spirulina.
Ultimate cospargendo con poco zucchero contenente pezzetti di vaniglia.

Enjoy!

 

 

 

La spirulina è il mio nuovo ingrediente segreto,
dalle mille proprietà cerco sempre di includerlo nella mia dieta!

 

 

Comfort Food, i Dolci

RARO COME UN UNICORNO

11 maggio 2017

Questa mattina mi sono svegliata presto.
Molto presto.
Era ancora buio.
Mio marito non era ancora andato a lavorare e mi sono rincantucciata a lui stretta stretta.
È il momento che preferisco, passare del tempo nel letto con lui nel dormiveglia.
Lui che la notte la passa a lavorare.
Veramente lavora anche di giorno.
Sarebbe più giusto dire che lavora sempre.
Comunque, tornando al letto.
Mi sono riaddormentata, ho sentito la sua sveglia suonare appena.
Ho sentito che in silenzio si alzava.
E poi…
Ha fatto il giro del letto e mi ha coperto con la trapunta il piede che avevo lasciato al freddo.
Mi sono rigirata nel letto e…
Mi sono sentita amata.
Un gesto così piccolo ma pieno di significato.
D’altronde dopo tanti anni sarebbe più realistico che ci scannassimo a vicenda.
Quattordici per la precisione.
Oggi.
Oggi come ieri.
Oggi più di ieri.
Cinquemilacentodieci giorni.
Tanti, tantissimi.
Eppure è proprio come il primo giorno.
Le farfalle nello stomaco e gli occhi che brillano quando parlo di lui.
Anche in questo momento.
Certo in questi quattordici anni le farfalle nello stomaco a volte erano talmente incazzate da farlo borbottare un p0′  ma nella maggior parte del tempo se ne stanno lì a svolazzare come delle beote.
A volte mi chiedo se è tutta fortuna.
Se amarsi ancora come il primo giorno non sia tutta questione del caso.
Se sia stato un caso quell’aperitivo vista mare con cena al seguito.
Quella sera mi hai detto una cosa, gli occhi che brillavano dietro i bicchieri tintinnanti.
Giurasti che tanti anni dopo avremmo riso di quella sera, pensando a quando tutto doveva ancora cominciare.
Quando saremmo stati sposati, vecchi e stanchi.
Effettivamente se ci penso ora, mi viene da ridere.
Chi l’avrebbe detto?
Per una volta gli devo dare ragione.
Ma che non ci prenda l’abitudine.

 

 

Latte unicorno :

latte, 250 ml

zenzero, 1 cm

miele, 1 cucchiaio

curcuma, 1 pizzico

spirulina, la punta di un cucchiaino

mirtilli neri

panna montata, a volontà

zuccherini, codette e marshmallow, per decorare 

 

Istruzioni :

 

Inserite il latte, il miele, la curcuma e la spirulina nel bicchiere di un blender.
Aggiungete lo zenzero spezzettato e spelato e frullate il tutto per qualche secondo.
Versate in un bicchiere e unite una manciata di mirtilli neri.
Spruzzate una montagna di panna montata.
Decorate con una pioggia di codette e zuccherini colorati.
Enjoy!

 

Ringrazio i ragazzi del Tapioca Tea per la ricetta del latte unicorno homemade. 

 

 

  

Il latte di unicorno diventa golosissimo con la panna e gli zuccherini,
ma sotto lo strato gustoso si racchiude
un frullato multivitaminico e ricostituente!

 

 

 

 

travel

UN GIRO IN CENTRO

30 marzo 2017

C’è una costante nella mia vita due volte a settimana.
Il mercoledì e il sabato.
Da quando son bambina e ho memoria è sempre stato così.
Prima ci andavo accompagnata dalla mamma e a volte dalla nonna.
Oggi vado sola o ci porto Denver, vera guest-star del mercato settimanale di Rimini.
È un vero e proprio rito, la spesa nei giorni di bancarelle si va a fare lì.
Ad oggi, 430 banchi a vostra disposizione sono collocati tra le mura della città.
Non più sotto il Castel Sismondo, ora vi troverete a passeggiare tra antichi monumenti e chioschi di fiori variopinti. Vestiti alla moda, scarpe ma anche frutta e verdura del posto.
Immancabili i banchi di salumi e formaggi, vino e ogni ben di dio.
Camminerete tra piazze famose e percorsi romani, dove potrete ammirare i resti dell’anfiteatro e del teatro, scavi archeologici e palazzi finemente affrescati.
Degno di una nota il tempio malatestiano, un gioiello del classicismo.
Oggi vi porto a fare un giro al mercato con me, pronti a tuffarvi nei colori?

 

 

Fiori a perdita d’occhio, di tutti i colori che riuscite ad immaginare.
I banchetti in Piazza tre Martiri sono uno spettacolo per gli occhi!

 

 

Camminando per le vie del centro troverete anche i banchi della frutta e della verdura, dove i colori se è possibile sono ancora più sgargianti di quelli dei fiori.

———————-

 

 

Succulenti ravanelli rossi 

———————-

 

 

Le carote con il ciuffo, qui le trovate sempre!

 ———————-

 

 

Non vi sembrano bellissimi questi porri dal colore sgargiante?

———————

 

Dopo la verdura un assaggio alle olive piccantissime ci sta!

———————-

 

 

E alla fine…un salto in pescheria!

———————–

 

 

Vongole come se piovesse!

La pescheria del mercato coperto è fornitissima!

———————-

 

 

 Qui Alessandra al lavoro mentre pulisce i ricci di mare di Manfredonia.

CONSIGLIA Risotto al salto